VALPOLICELLA SUPERIORE RIPASSO 2009 MONTI GARBI CANTINA TENUTA SANT’ANTONIO

Immagine

Vino limpido dal colore rosso rubino con qualche sfumatura di rosso granato, il Ripasso dell’emerita cantina Tenuta Sant’Antonio si ricava dalle uve coltivate sui Monti Garbi, da cui prende il nome. Terreni di composizione limosa e sabbiosa, cosa che si evincerà da una bella sapidità che colpisce subito al primo sorso.

Ma prima, il naso è gentilmente avvolto da un soffice quanto setoso profumo di frutta rossa e ciliegia sostenuto, mai sovrastato, da una solida spalla alcolica. In bocca colpisce subito, come detto all’inizio, la sua sapidità che non predomina incontrastata, ma che, perfettamente corredata di una buona acidità si lascia cullare da una morbidezza lieve, dai tannini appena accennati. Offre, a chi lo assaggia, un vino equilibrato, di agile e giovane forza aristocratica.

La cura con cui questo vino viene prodotto la si può desumere dalla visita al sito internet, ma vi invito a fare una visita in cantina, esperienza che consiglio sempre di fare.

Il Ripasso Monti Garbi della Tenuta Sant’Antonio è un vino che, non soltanto sopporta, ma gradisce un invecchiamento di qualche anno. Adatto sicuramente per primi al sugo di carne e secondi a base di carni rosse leggere, si gusta altrettanto bene facendo due chiacchiere con gli amici davanti ad un piatto di formaggi di media stagionatura, di crostini caldi al burro o altro.

Salvatore Donato

RIESLING RENANO 2009 AZIENDA AGRICOLA CALATRONI MONTECALVO VERSIGGIA

Immagine

Il Riesling renano 2009 della cantina Calatroni , prodotto da uve coltivate nei terreni calcarei settentrionali della tenuta, è un vino limpido che si presenta alla vista col suo colore giallo paglierino non privo, però, di qualche riflesso dorato.

La sua suadente aromaticità, che sulla scala olfattiva ci riporta immediatamente all’idrocarburo, tipico di questo vitigno, lega a sé il naso e lo avvince con note che vanno dal melone giallo Cantalupo delle temperature di servizio più fresche, passando dall’ananas e finendo, quando il vino si scalda, a sontuosi e maturi frutti esotici a polpa gialla. Un primo, leggero tinnìo di tuberosa evolve anch’esso verso uno stentoreo suonar di campane e completa, chiudendo in un finale sensuale, questo armonico quadro olfattivo.

Al primo sorso si percepisce subito una bella freschezza, con vigorosi acidi che sollecitano una ubertosa e persistente salivazione e un bel finale di mandorla che ne modella il corpo con linee più dolci e che esplode, col calore, in una piena rotondità di un miele millefiori. Di bella freschezza e di buon corpo, questo bel Riesling renano subisce docilmente un qualche anno di invecchiamento. Da bere non alle canoniche temperature previste per questa gamma di vini, ma a qualche grado in più, proprio per godere appieno delle sue rotondità.

Salvatore Donato

MERLOT ALTO-ADIGE RISERVA 2009 CANTINA ST.MICHAEL-EPPAN

Ottenuto da uve Merlot in purezza coltivate nei cru di Cortaccia e della zona del lago di Caldaro il Merlot Riserva 2009 della cantina di San Michele Appiano è un vino limpido e profondo dal colore rosso granato leggermente scarico.

Per nulla aggressivo e dotato di una discreta complessità, al naso mi ha lasciato immediatamente una sensazione soffusa di una calda composta di frutta rossa. La vaniglia, che si esprime con una raffinatezza sobria conferitagli da un ottimo affinamento in barrique, è la nota che esprime l’eleganza esotica di questo vino.

Al primo sorso ho avuto la certezza di trovarmi di fronte ad un ottimo vino grazie alla conferma dei sentori di composta di frutta rossa e di vaniglia, alla trama di tannini leggeri e gentili e ad una raffinata struttura con buona persistenza al palato che cerco sempre in un Merlot. La piacevole sensazione di un finale al cioccolato ha chiuso egregiamente l’assaggio.

Un vino che si beve benissimo da solo, ma che è allo stesso tempo una perfetta spalla per un piatto di carne rossa  cotta nel forno, non sulle braci né sulla griglia mi raccomando. Oggi, questo ottimo Merlot, ha sostenuto  con una buona robustezza un pranzo a base di maccheroncini al ragù e mozzarella, agnello con patate in forno e portafogli di cotolette di maiale al formaggio, anche essi cotti in forno.

Quando, qualche mese fa, comprai questa bottiglia dal mio amico Massimo Barbolini dell’enoteca Wine & Wine di Carpi stavo cercando proprio un Merlot di questo tipo. Perfetto per quello che io cerco in un Merlot e credo perfetto anche per voi.

Salvatore Donato

 

Merlot Riserva 2009 St.M-Eppan